L’EBM è davvero in crisi?